ASSOSPED - News

LUNEDI' 25 Febbraio 2008
COMUNICATO STAMPA

COMUNICATO  STAMPA

In vista della nuova presidenza dell’Autorità Portuale

ASSOSPED: TEMPI CERTI PER LA CRESCITA DEL PORTO

L’Associazione tra  Imprese di Spedizioni (ASSOSPED) della provincia di  Venezia guarda oltre la prossima nomina del  Presidente dell’Autorità Portuale, in scadenza il prossimo 8 aprile, e  punta dritta su ciò che gli spedizionieri ed il mondo produttivo si aspettano dal nuovo Presidente, ovvero l’efficienza del Porto in parallelo con la sensibile crescita dell’interscambio economico in atto tra il NordEst d’Italia e i grandi mercati mondiali.

“Auspichiamo in una nomina del Presidente in tempi rapidi, evitando commissariamenti. Il Porto di Venezia ha tutte le carte in regola per poter competere almeno ad armi pari con gli altri porti del Mediterraneo Orientale – dichiara il presidente dell’Associazione Andrea Cosentino – ma non c’è tempo da perdere. Il porto ha importanti opportunità da cogliere , ma dobbiamo  tutti fare un salto di qualità, sia culturale, adeguandoci alle richieste del mondo produttivo, sia operativo sul grande e attualissimo tema della logistica e, quindi, della movimentazione, del trasferimento e della distribuzione delle merci con tempistiche certe nel massimo rispetto della sicurezza”

Nuove strategie, quindi, ma soprattutto l’esigenza di riportare il porto lagunare a riappropriarsi in Adriatico  della propria leadership recuperando con idonei investimenti in strutture ed infrastrutture al servizio di navi e traffici , quegli indispensabili elementi di modernità e di efficienza per competere sui mercati internazionali.

“Per ottimizzare questo  processo- continua il presidente Cosentino- vanno da subito migliorate le tempistiche per il rilascio delle merci. Abbiamo fatto molti passi in avanti grazie alla concertazione con le istituzioni preposte ai controlli (Autorità Portuale,Dogana , Sanità etc.) ma resta ancora moltissimo da fare. Oggi le tempistiche per la verifica ed il rilascio di un container sono ancora eccessive. Il mercato ci chiede tempi e costi certi e noi dobbiamo saper rispondere,  garantendo sicurezza , professionalità ed efficienza per tutto il ciclo  del trasferimento delle merci. Avere l’ufficio della Sanità Marittima a Dolo anziché al Porto Commerciale significa perdere tempo prezioso per delle merci che necessitano del “just in time”. Su questo punto stiamo lavorando da tempo per ottenere il trasferimento di tale ufficio, ma ci vuole uno sforzo comune.  Dobbiamo tutti lavorare per valorizzare quanto oggi il nostro sistema marittimo portuale possiede e concentrarci su ciò che questo immediatamente abbisogna.  Non ripetiamoci nella lagnanza di ciò che non c’è né ci sarà a breve-medio termine, ma ottimizziamo subito i collegamenti tra gli spazi portuali e la viabilità servente  come Via dell’Elettricità, così come la messa in efficienza dei varchi/gates dei terminal portuali, evitando rallentamenti ed inefficienze che prontamente si verificano ad ogni  aumento dei traffici portuali.  

Per la nuova presidenza del porto, ma non solo per questa – conclude Cosentino -    si dovrà quindi avviare una nuova stagione che privilegi il dialogo concertato, non solo con

l’utenza, ma anche, sindacati compresi,  con tutti quei soggetti che sono istituzionalmente   deputati allo sviluppo della portualità e del sistema  trasportistico del Veneto.

Siamo pronti ad accogliere l’invito al dibattito sul Porto esteso dal Vice Ministro De Piccoli, considerato che Assosped è un osservatorio privilegiato facente parte di una categoria che muove oltre 250 milioni di tonnellate di merce in Italia di cui oltre il 60% attraverso gli scali marittimi nazionali”


Vedi tutte le news

CERCA ASSOCIATI

ASSOCIARSI
Non sei ancora associato?
Scopri tutti i vantaggi riservati ai nostri iscritti.
> Associarsi
assosped partner

ASSOSPED | Via F.Fapanni, 37/6 - Venezia Mestre - C.F. 80011160274
Tel. 041.950235 - Fax. 041.5054287 - email: info@assosped.it